Faculty del corso Prodotto e Territorio - Orazio Olivieri

Faculty del corso Prodotto e Territorio - Orazio Olivieri

Presentazione della faculty del corso Prodotto e Territorio organizzato dal BAICR Cultura della...

Gli obiettivi del corso in Prodotto e Territorio

Gli obiettivi del corso in Prodotto e Territorio

  Gli obiettivi del corso professionale in Prodotto e Territorio organizzato dal BAICR...

Faculty del corso in Prodotto e Territorio

Faculty del corso in Prodotto e Territorio

Scopri il corpo docente del Corso in Prodotti e Territorio.

Iscrizione al Corso Prodotto e Territorio

Iscrizione al Corso Prodotto e Territorio

Modulo di iscrizione al Corso Professionalizzante in Riconoscimento e Tutela dei Prodotti...

Albano Laziale | Voci tra Cielo e Terra

Albano Laziale | Voci tra Cielo e Terra

  Dal 10 al 21 ottobre 2015 ad Albano Laziale (RM) presso Palazzo...

 11° edizione Festa Nazionale Cuochi & Cuoche

11° edizione Festa Nazionale Cuochi & Cuoche

  Baicr – Cultura della Relazione con il Master in Cultura dell’Alimentazione e...

Bari | “A Tavola con i Santi”

Bari | “A Tavola con i Santi”

Il Teatro Margherita di Bari, fino al 16 Ottobre, ospiterà una mostra in cui, attraverso...

Prodotti tipici - Strumenti di riconoscimento e tutela

  Come orientarsi fra i diversi strumenti di riconoscimento e tutela dei prodotti tipici...

Corso Prodotto e Territorio - Full Immersion

Corso Prodotto e Territorio - Full Immersion

La formula Full Immersion è consigliata a tutti coloro che hanno la necessità di concentrare lo...

Corso Prodotto e Territorio - Executive

Corso Prodotto e Territorio - Executive

La formula Executive si rivolge principalmente a chi già lavora ed ha la necessità di...

  • Faculty del corso Prodotto e Territorio - Orazio Olivieri

    Faculty del corso Prodotto e Territorio - Orazio Olivieri

    Lunedì, 31 Agosto 2015 08:16
  • Gli obiettivi del corso in Prodotto e Territorio

    Gli obiettivi del corso in Prodotto e Territorio

    Lunedì, 31 Agosto 2015 08:34
  • Faculty del corso in Prodotto e Territorio

    Faculty del corso in Prodotto e Territorio

    Giovedì, 24 Settembre 2015 10:13
  • Iscrizione al Corso Prodotto e Territorio

    Iscrizione al Corso Prodotto e Territorio

    Giovedì, 01 Ottobre 2015 15:08
  • Albano Laziale | Voci tra Cielo e Terra

    Albano Laziale | Voci tra Cielo e Terra

    Lunedì, 05 Ottobre 2015 12:13
  •  11° edizione Festa Nazionale Cuochi & Cuoche

    11° edizione Festa Nazionale Cuochi & Cuoche

    Lunedì, 12 Ottobre 2015 16:03
  • Bari | “A Tavola con i Santi”

    Bari | “A Tavola con i Santi”

    Martedì, 13 Ottobre 2015 11:51
  • Prodotti tipici - Strumenti di riconoscimento e tutela

    Venerdì, 23 Ottobre 2015 20:12
  • Corso Prodotto e Territorio - Full Immersion

    Corso Prodotto e Territorio - Full Immersion

    Venerdì, 12 Febbraio 2016 11:43
  • Corso Prodotto e Territorio - Executive

    Corso Prodotto e Territorio - Executive

    Venerdì, 12 Febbraio 2016 12:08

Prodotto e Territorio - Corso professionalizzante - II° Edizione


Fascetta PT

Mission

FACULTY

OBIETT

CORSO PROFESSIONALIZZANTE IN

PRODOTTO E TERRITORIO

Riconoscimento e tutela dei prodotti tipici e del territorio

Inizio dei corsi
Prime lezioni Aprile 2016

Durata e modalità:
Tre diverse modalità di fruzione

Responsabili del corso: 
Orazio Olivieri e Lucio Fumagalli

Primo e unico corso in Italia che mira a formare una figura professionale che possieda tutte le competenze interdisciplinari necessarie a padroneggiare tutti gli strumenti per esercitare sul territorio la professione di consulente e di promotore della qualità. Il corso si prefigge di fornire una strumentazione tecnica per la tutela e la valorizzazione dei prodotti tipici.

Segui il le news dei corsi Baicr anche su

500px-Icona Facebook Facebook  linkedin Linkedin Twitter logo blue Twitter

BORSE

bROCHURE

NEWS

   FruizioneCalendario partnerarea food

Iscrizioni: E' possibile iscriversi in ogni momento ad una delle versioni del corso (Immersion, Executive e Blended), scegliendo se seguire la 1° edizione del 2016 (Primo Semestre) o la 2° edizione del 2016 (Secondo Semestre).
Consigliato a: Diplomati e laureati in discipline agronomiche, economiche, giuridiche, storico-umanistiche, antropologiche e delle tecnologie alimentari; diplomati del master in cultura alimentare; funzionari pubblici delle amministrazioni centrali; funzionari di Consorzi e Associazioni di promozione e tutela dei prodotti; imprenditori; funzionari pubblici; consulenti; operatori agricoli e collaboratori; giornalisti di settore 
Il corso si compone di 6 unità, cosi suddivise: 

I. L'attività preliminare di identificazione, analisi e valutazione dei problemi. Come orientarsi fra i diversi strumenti di riconoscimento e tutela
Questa parte del corso mira a enucleare i vantaggi e i problemi, a fissare le differenze fra gli strumenti a disposizione e a fornire gli elementi base per assumere consapevolmente la decisione sulla forma di tutela e valorizzazione più adeguata alle diverse situazioni produttive che si possono presentare sul territorio.

• Il concetto di prodotto tipico e quello di prodotto tradizionale
• Tipicità e qualità
• Le relazioni e le reciproche influenze tra prodotto e territorio
• Le finalità dei diversi strumenti di riconoscimento e tutela:
    o Le DOP (Denominazioni di Origine Protette) e le IGP (Indicazioni Geografiche Protette)
    o Le STG (Specialità Tradizionali Garantite)
    o Le IGS (Indicazioni Geografiche Semplici)
    o Le De.co (Denominazioni Comunali)
    o I MCG (Marchi Collettivi Geografici)
    o Le certificazioni volontarie di conformità
• Ambiti di legittimità e di tutela dei diversi strumenti
• Le diverse opzioni e i criteri per prendere una decisione
• I problemi di valorizzazione di un prodotto di nicchia

II. Le DOP/IGP e le STG (Reg. CE 1151/2012)
Le lezioni si articolano in una analisi puntuale della normativa di riferimento per poi affrontare sul piano pratico, anche mediante esercitazioni su casi specifici, i problemi della redazione dei diversi documenti occorrenti per la formazione del dossier richiesto per la registrazione di una dop/igp. Viene inoltre esaminato il regime di quegli strumenti (STG) che hanno lo scopo di aiutare i produttori a comunicare al mercato metodi di produzione e ricette tradizionali particolari.

• La normativa di riferimento
• Concetti, definizioni e campo di applicazione
• Divieti di registrazione, relazioni fra marchi e denominazioni
• Iter di registrazione
• I requisiti per la presentazione della domanda di riconoscimento
• La procedura nazionale
• La procedura comunitaria
• Come si costruisce una DOP/IGP
• La struttura di un disciplinare di produzione e i problemi da affrontare: il nome, la descrizione del prodotto, la zona di produzione, il metodo di ottenimento del prodotto, l'origine e il legame con il territorio, il confezionamento e l'etichettatura
• La struttura di una relazione tecnica: come fornire gli approfondimenti necessari su: caratteristiche del prodotto, processo produttivo e relazione tra prodotto e territorio
• La struttura di una relazione storica: come dimostrare l’origine e la storia del prodotto
• La struttura della relazione socioeconomica: su quale tipo di informazioni occorre lavorare
• L'apporto delle relazioni scientifiche: quando e perché sono necessarie
• Il Documento Unico: quali criteri seguire per la sua redazione
• Gli altri documenti
• I controlli: organizzazione e procedure
• Il punto di vista delle istituzioni
• Concetti, definizione e campo di applicazione delle STG
• Iter di registrazione (nazionale ed europeo)
• Differenze con le DOP/IGP
• Criticità delle DOP, IGP e STG
• Visita ad un’azienda produttrice

Esercitazione 1.2: come si scrive il disciplinare di una DOP/IGP e come evitare gli errori più comuni;
Esercitazione 2.2: come si scrive una relazione storica: obiettivi, impostazione, documenti e informazioni da prendere in considerazione


III. Il MCG - marchio collettivo geografico (Dir. CE 95/08 e Reg. CE 207/09) e le diverse modalità di espressione delle Indicazioni facoltative di qualità (Reg. CE 1151/2012)
Il tema del MCG viene affrontato sia sul piano giuridico che sul piano pratico. All’analisi di una serie di casi seguono due prove in aula durante le quali sarà possibile apprendere come si redigono un disciplinare e un regolamento per l’uso del marchio. Vengono inoltre esaminate le modalità alternative di espressione delle indicazioni facoltative, che sono consentite dalla normativa attuale e sono considerate utili per agevolare la comunicazione da parte dei produttori di particolari caratteristiche o proprietà ad alto valore aggiunto.

• Le fonti giuridiche: Dir. CE 95/08, Reg. CE 207/09, D. Lgs. 10.2.2005 n.30)
• Un confronto fra gli ordinamenti dei diversi paesi
• Il marchio collettivo nazionale e quello comunitario
• Le condizioni di legittimità del MCG
• La compatibilità tra MCG e DOP/IGP: la posizione della Commissione europea e quella della Corte di giustizia europea
• Le fasi del percorso di registrazione
• La struttura di un disciplinare di produzione
• La struttura di un regolamento d'uso del marchio e i problemi da affrontare: le condizioni d'uso, i controlli, le sanzioni
• Le tendenze attuali sui marchi
• I criteri da seguire per comunicare le indicazioni facoltative di qualità
• L’indicazione di prodotto di montagna
• L’indicazione di prodotto dell’agricoltura delle isole


Esercitazione 3.3: come si scrive il disciplinare di un prodotto tutelato con MCG e come evitare gli errori più comuni
Esercitazione 4.3: come si scrive il regolamento d’uso di un MCG e come evitare gli errori più comuni

 

IV. Marketing Territoriale
Il modulo affronta una panoramica delle azioni utili alla valorizzazione, alla promozione e allo sviluppo delle attività presenti sul territorio. Durante le lezioni veranno analizzate le varie tecniche e gli strumenti necessari ad elaborare un efficace piano strategico e di programmazione. Verranno, inoltre, analizzati alcuni casi di studio considerati utili per comprendere al meglio le metodologie retrostanti l'intero progetto di valorizzazione del territorio.

• Long Tail Theory
• La trama del territorio: ragioni e tendenze per una visione d'insieme
• Logiche e metodi del marketing digitale
• Case Studies
• Piano stratefico: i criteri di realizzazione
• Criticità e punti di attenzione

V. Conoscenza del mercato e promozione tramite il web e i social network
Analisi, comprensione e individuazione delle nicchie di mercato presenti sul territorio. Durante le lezioni verranno analizzati nuovi strumenti di marketing non convenzionale, utili alla promozione e alla valorizzazione dei prodotti tipici e tradizionali

• Analisi del mercato
• Marketing relazionale / simbiotico
• Social Media Intelligence
• Panoramica degli strumenti di marketing
• Le diverse opzioni e i criteri per prendere una decisione
• Case Studies


VI. L’etichettatura dei prodotti (Reg. UE 1169/2011)
La sezione è dedicata all’etichettatura dei prodotti con particolare riferimento ad alcuni argomenti di maggiore attualità come l’origine degli alimenti e le informazioni volontarie. Vengono inoltre affrontati i temi dei claims salutistici e nutrizionali, della pubblicità, nonché quelli del made in Italy e delle nuove frontiere della etichettatura intelligente. Infine, come caso esemplare, sono evidenziati tutti gli aspetti relativi all’etichettatura e pubblicità dell’olio di oliva.

• Etichettatura: una analisi del Reg. UE 1169/2011
• Indicazioni obbligatorie facoltative:
• Disposizioni sull’origine e la provenienza degli alimenti
• Etichettatura di origine: quali sono i prodotti interessati
• Etichettatura nutrizionale: come costruire una tabella nutrizionale

• Etichetta 2.0: augmented reality ed esempi di etichettatura intelligente
• Case studies

Obiettivo del corso è fornire una approfondita conoscenza interdisciplinare delle diverse forme di tutela e valorizzazione dei prodotti tipici con attenzione anche agli aspetti applicativi che spesso vengono trascurati.

Oggi le competenze in materia di qualità alimentare sono parcellizzate e organizzate “a compartimenti stagni”, mentre le nuove esigenze del mercato richiedono il possesso di una visione d’insieme di tutte le tematiche coinvolte. Ad esempio è necessario possedere la capacità di costruire tecnicamente un disciplinare produttivo e di scrivere una relazione storica sull’origine di un prodotto con un taglio appropriato.

Al termine del corso i partecipanti saranno in grado di padroneggiare gli strumenti per esercitare sul territorio la professione di consulente e di promotore della qualità.

Il corso prevede tre modalità di fruizione:

Immersion: 32 ore da suddividere in 6 giornate, nella formula 3 + 3.

Executive: 30 ore da suddividere in 6 giornate, nella formula 2 + 2 + 2

Blended: le lezioni si svolgeranno prettamente in formato e-learning, ma sono previste 3 giornate in presenza, nella formula 1 + 2

La frequenza è obbligatoria per almeno il 75% dell’attività.


Responsabile del corso: Orazio Olivieri e Lucio Fumagalli
(è previsto un tutor d'aula)

Costo senza riduzioni: 850 euro
(+ iva) - 425 euro entro il 21 Aprile - 425 euro entro il 12 Maggio. Costo per le categorie sotto riportate*: 650 euro (+ iva) - 325 euro entro il 21 Aprile - 325 euro entro il 12 Maggio NB: in caso di mancato raggiungimento del numero minimo di iscritti la quota verrà restituita


*ex iscritti al Master “Cultura dell’alimentazione e delle tradizioni enogastronomiche” Università Tor Vergata e BAICR cultura della relazione;
SOCI: Slow Food, Narratori del Gusto, INSOR;
dipendenti: P.A, Federalimentare, Confagricoltura, CIA, Coldiretti, Confartigianato, CNA, ISMEA, Camere di Commercio


Il pagamento va effettuato tramite bonifico bancario c/c intestato a BAICR
Iban IT16F0200805166000102292962 - BIC UNCRITM1B59
Una volta effettuato il versamento si prega di inviare la copia della quietanza a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Il calendario delle lezioni sarà il seguente:

IMMERSION PROGRAM (32 Ore in 6 giorni da 3 + 3)

1° edizione 2016:

- giovedi 21 aprile: ore 11.30 - 13.30 | 14:30 - 17:30

- venerdi 22 aprile: ore 10.30 - 13.30 | 14:30 - 17:30

- sabato 23 aprile: ore 10.30 - 13.30 | 14:30 - 16:30

- giovedi 12 maggio: ore 11.30 - 13.30 | 14:30 - 17:30

- venerdi 13 maggio: ore 10.30 - 13.30 | 14:30 - 17:30

- sabato 14 maggio: ore 10.30 - 13.30 | 14:30 - 16:30

 

EXECUTIVE PROGRAM (30 Ore in 6 giorni da 2 + 2+ 2)

1° edizione 2016

- venerdi 20 maggio: ore 11.30 - 13.30 | 14:30 - 18:30

- sabato 21 maggio: ore 9.30 - 13.30 

- venerdi 17 giugno: ore 11.30 - 13.30 | 14:30 - 18:30

- sabato 18 giugno: ore 9.30 - 13.30

- venerdi 15 luglio: ore 11.30 - 13.30 | 14:30 - 18:30

- sabato 16 luglio: ore 9.30 - 13.30

 

BLENDED PROGRAM (30 Ore in 6 giorni da 2 + 2+ 2)

1° edizione 2016

- sabato 11 giugno: ore 11.30 - 13.30 | 14:30 - 17:30

- venerdi 8 luglio: ore 11.30 - 13.30 | 14:30 - 17:30

- sabato 9 luglio: ore 9.30 - 13.30


Sede delle lezioni: Via di Porta Labicana, 17 Roma 
Per informazioni gli interessati potranno rivolgersi a:
Segreteria organizzativa Master – BAICR Cultura della Relazione
Via delle Coppelle 35, 00186 - Roma 
[@]Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
[t] 06 88932225 [t] 06 68891410-11 
[@]baicr.fad

Copyright: BAICR Cultura della Relazione S.C.A.R.L. 2013 - Area Formazione, Via delle Coppelle, 35 - Roma
Privacy Policy

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information